Storia dell’antisemitismo

By (author)Hervé Ryssen

30,00 


Spiegata da un goy

La storia dell’ebraismo è quella di un popolo – o di una setta – in guerra permanente contro il resto dell’umanità. In ogni tempo e in ogni luogo, gli ebrei hanno dato origine all’antisemitismo. Il copione si svolge sempre nello stesso modo: dopo le violenze e i regolamenti di conti, i goyim (i non ebrei) legiferano per cercare di arginare il fenomeno e alla fine espellono gli indesiderabili. Ma inevitabilmente, dopo un certo periodo di tempo, gli indesiderabili riescono a rientrare in piazza, a corrompere i re e i signori e a riprendere i loro traffici e intrighi, senza aver imparato nulla dagli errori del passato. Questa storia si ripete da quasi tremila anni.


 


Gli ebrei, da parte loro, cercano costantemente di dare al mondo intero l’immagine di una comunità perseguitata senza motivo. Dalla partenza dall’Egitto ad Auschwitz, dalla distruzione del Tempio ai pogrom dei cosacchi, dai massacri commessi dai crociati ai roghi dell’Inquisizione, la loro storia è davvero un susseguirsi di drammi. Per spiegare questo fenomeno, gli intellettuali ebrei escogitano ogni sorta di teoria, più o meno contorta, e finiscono per affermare che la storia del “popolo” ebraico è un “mistero”, uno straordinario “enigma”, un destino favoloso, addirittura cosmico. Il più delle volte aggiungono o sottintendono che potrebbero essere “il popolo eletto da Dio”. Ma se si esamina la questione più da vicino, il problema è in realtà molto più semplice. In ogni caso, dopo aver letto questo libro, confidiamo che nessuno parlerà più di civiltà “giudaico-cristiana”.


 

Share with friends !
Product details

Publisher ‏ : ‎ Omnia Veritas Ltd (December 13, 2023)
Language ‏ : ‎ Italian
Paperback ‏ : ‎ 454 pages
ISBN-10 ‏ : ‎ 1805401475
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-1805401476
Item Weight ‏ : ‎ 1.33 pounds
Dimensions ‏ : ‎ 6 x 0.92 x 9 inches

Author

You may also like…

  • I miliardi di Israele


    Truffatori ebrei e finanzieri internazionali

    Gli ebrei hanno un rapporto molto particolare con il denaro. Non si tratta di un odioso “pregiudizio antisemita”, ma di una realtà tangibile, in quanto gli ebrei sono ampiamente sovrarappresentati tra i miliardari del mondo.


     

    28,00 
  • Il fanatismo ebraico


    Il popolo ebraico promuove un progetto per l’intera umanità, un progetto grandioso che porta avanti da secoli contro ogni previsione: l’instaurazione della pace universale sulla faccia della terra. Il concetto di “pace” è al centro dell’ebraismo e non è un caso che questa parola (shalom in ebraico) compaia così frequentemente in tutti i discorsi degli ebrei del mondo. Non si tratta solo di un concetto religioso, o di una fede nell’avvento di un mondo migliore, opera di Dio in un futuro lontano, ma di un principio guida che determina l’impegno e le azioni degli ebrei nella loro vita quotidiana. Infatti, gli ebrei, attraverso il loro lavoro, le loro azioni e il loro coinvolgimento in politica, lavorano ogni giorno per costruire la “Pace”.


     

    30,00 
  • La mafia ebraica


    Predatori internazionali

    Gli ebrei, attraverso i media, vengono invariabilmente presentati come vittime della storia. L’idea dell’ebreo sempre perseguitato senza motivo è antica quanto l’ebraismo stesso. Pertanto, è quasi assiomatico ritenere che gli ebrei siano incapaci di fare del male. Pertanto, un ebreo che è stato sia un gangster che un assassino può sembrare a priori sorprendente.


     

    30,00 
  • Le Speranze Planetarie


    Il pensiero cosmopolita è attualmente il modo di pensare dominante in tutto l’Occidente. È il modo in cui un individuo vede e comprende il mondo attraverso il prisma dell’umanità, e non più attraverso ciò che gli è vicino e che costituisce la sua identità la sua famiglia, la sua lingua, il suo lavoro, la sua regione e la sua nazione.


     

    30,00