I miliardi di Israele

By (author)Hervé Ryssen

28,00 


Truffatori ebrei e finanzieri internazionali

Gli ebrei hanno un rapporto molto particolare con il denaro. Non si tratta di un odioso “pregiudizio antisemita”, ma di una realtà tangibile, in quanto gli ebrei sono ampiamente sovrarappresentati tra i miliardari del mondo.


 


Da sempre, sparsi in tutti i Paesi, sono famosi per il loro coinvolgimento nel commercio internazionale. Sono anche, da secoli, i maestri delle banche e della speculazione. Naturalmente, tutti i finanzieri internazionali non sono ebrei – tutt’altro – e, viceversa, non tutti gli ebrei esercitano questi mestieri. Ma è innegabile che hanno svolto e continuano a svolgere un ruolo cruciale.

Sono anche i re delle truffe. I record del settore vengono continuamente polverizzati da loro; non solo superati, ma addirittura “polverizzati” in modo sorprendente, tanto che i casi descritti sopra in La mafia ebraica (2008) sembrano casi lontani di un’altra epoca. Ancora una volta, va sottolineato che tutti i truffatori non sono ebrei e che tutti gli ebrei non sono truffatori. Ma non si può nascondere facilmente il fatto che la stragrande maggioranza dei truffatori internazionali fa parte di questa comunità.

Queste considerazioni diventano più comprensibili quando si conoscono le basi intellettuali del fenomeno e si comprendono i fondamenti morali alla base dell’ebraismo.
I miliardi di Israele (2014) è il decimo libro di Hervé Ryssen. Completa una serie di libri pubblicati dal 2005 che rappresenta il più importante studio mai intrapreso sullo spirito ebraico e sulla mentalità cosmopolita.


 

Share with friends !
Dettagli prodotto

Editore ‏ : ‎ Omnia Veritas Ltd (16 marzo 2023)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 304 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 1805401114
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-1805401117
Peso articolo ‏ : ‎ 411 g
Dimensioni ‏ : ‎ 15.24 x 2.21 x 22.86 cm

Indice

PRIMA PARTE: LE GRANDI TRUFFE

1. LA FRODE DELL'IVA

Il caso Eurocayon
Il caso Rubens Lévy
La grande truffa dell'anidride carbonica (CO2)
Il principio della truffa
L'impunità degli enarchi
La polizia e la magistratura infiltrate
Fabrice Sakoun, assente al momento del verdetto
La polizia di Lione è in buone mani
Il "Flacucho": il più grande di tutti!
Un piccolo regolamento di conti tra amici
Sulle tracce della CO2
Come mettere a tacere l'antisemitismo?

2. LA FRODE PUBBLICITARIA

Le 800 vittime dei falsi gendarmi
Le vittime del "franco-israeliano".
Le 544 vittime di Jonathan Zeitoun
Jacques Benayoun ha truffato i contadini
Il libro d'oro della polizia di Monte Carlo

3. I FALSI ORDINI DI TRASFERIMENTO

La mostruosa impudenza di Gilbert Chikli

4. TRUFFE DIVERSE E VARIEGATE

Il caso Badache-Apollonia
Denaro sottratto ad associazioni di beneficenza
Traffico di numeri di carte bancarie
I truffatori del mercato
I buoni affari di Re Salomone
I falsari
Frode della memoria
La vendetta di Oscar Friedman
Il Talmud e la mentalità ebraica

PARTE SECONDA: GLI SQUALI DELLA FINANZA

1. LA FRODE PIRAMIDALE

Bernard Madoff, il campione assoluto
Una shoah finanziaria
Tra negligenza e complicità
Le presunte vittime erano in realtà suoi complici
Il risarcimento delle vittime
La morte del goy
I piccoli Madoff
Scott Rothstein e il suo miliardario
Bruce Friedman, un Madoff californiano
Eliyahu Weinstein ha truffato la sua comunità
Tzvi Erez, il piccolo Madoff "canadese
Nevin Shapiro si rilassa a Miami
Philip Barry e il business del porno
Barry Tannenbaum: un Madoff sudafricano
Ezri Namvar, il Madoff della West Coast
Due Madoff si suicidano
Seymour Jacobson: uno svizzero che amava il Belgio
Claire Arfi, un Madoff in gonnella
Soldi veloci, facili ed efficaci

2. LE GRANDI FRODI IN BORSA

Purtroppo Abraham Hochman è scomparso
Michael Milken e i "titoli spazzatura".
Jordan Belfort: un Leonardo DiCaprio con la kippah
La truffa della bolla dotcom
Insider trading
Ivan Boesky: il riferimento in questo campo
Steven Cohen: "Si mangia ciò che si uccide".

3. LA RAPINA DELLA RISERVA FEDERALE

I prestiti predatori e la crisi dei subprime
La truffa dei CDO
CDS: armi di distruzione di massa
Lo scandalo dei pignoramenti
Far pagare il contribuente
CDO sintetici, i frutti dell'amore
Accuse a Goldman Sachs
Criminali ai vertici dello Stato
Il risveglio dell'antisemitismo

4. I SUPER PREDATORI

Goldman Sachs in Grecia: magia finanziaria
George Soros e la speculazione
I miliardari cosmopoliti
Miliardari "visibili e influenti
Banchieri cosmopoliti e socialisti rivoluzionari
La frode della Federal Reserve

5. UNA MENTALITÀ SINGOLARE

Beate le monete d'oro
Della sofferenza di essere un banchiere
L'acquisto di protezione
Il prestito con interesse
Rapacità patologica
Terribili pregiudizi

FINE: IL PROGETTO COSMOPOLITA

Author

You may also like…

  • Psicoanalisi del giudaismo


    L’ebraismo non è solo una religione. È anche un progetto politico basato su un’idea principale: la scomparsa delle frontiere, l’unificazione della terra e l’instaurazione di un mondo di “pace”. Per gli ebrei religiosi, questa aspirazione a un mondo pacificato, unificato e globalizzato si confonde con la febbrile speranza dell’arrivo di un Messia che attendono da tremila anni. Egli verrà per restaurare il “regno di Davide”. Per gli ebrei non credenti, questo messianismo ha assunto la forma di attivismo politico secolarizzato a favore di tutte le utopie del globalismo.


     

    30,00 
  • La mafia ebraica


    Predatori internazionali

    Gli ebrei, attraverso i media, vengono invariabilmente presentati come vittime della storia. L’idea dell’ebreo sempre perseguitato senza motivo è antica quanto l’ebraismo stesso. Pertanto, è quasi assiomatico ritenere che gli ebrei siano incapaci di fare del male. Pertanto, un ebreo che è stato sia un gangster che un assassino può sembrare a priori sorprendente.


     

    30,00 
  • Il fanatismo ebraico


    Il popolo ebraico promuove un progetto per l’intera umanità, un progetto grandioso che porta avanti da secoli contro ogni previsione: l’instaurazione della pace universale sulla faccia della terra. Il concetto di “pace” è al centro dell’ebraismo e non è un caso che questa parola (shalom in ebraico) compaia così frequentemente in tutti i discorsi degli ebrei del mondo. Non si tratta solo di un concetto religioso, o di una fede nell’avvento di un mondo migliore, opera di Dio in un futuro lontano, ma di un principio guida che determina l’impegno e le azioni degli ebrei nella loro vita quotidiana. Infatti, gli ebrei, attraverso il loro lavoro, le loro azioni e il loro coinvolgimento in politica, lavorano ogni giorno per costruire la “Pace”.


     

    30,00 
  • Le Speranze Planetarie


    Il pensiero cosmopolita è attualmente il modo di pensare dominante in tutto l’Occidente. È il modo in cui un individuo vede e comprende il mondo attraverso il prisma dell’umanità, e non più attraverso ciò che gli è vicino e che costituisce la sua identità la sua famiglia, la sua lingua, il suo lavoro, la sua regione e la sua nazione.


     

    30,00